News

Auto elettrica, car sharing e guida autonoma nei sogni degli italiani

Di Nicola Odinzoff
Mercoledì 23-05-2018

Dopo aver inventato l’automobile nel 1886, Mercedes-Benz è sempre stata in prima linea nello sviluppo delle nuove tecnologie. Mobilità, tutela dell’ambiente e riduzione dell’inquinamento atmosferico sono temi cari alla Casa di Stoccarda, che sul fronte della mobilità elettrica, si prepara alla grande rivoluzione convertendo il marchio smart completamente in elettrico dal 2019. Oggi la smart fortwo elettrificata è la vettura elettrica più conveniente del mercato e in Italia, nel 2018, è già la prima per vendite, con il 50% di quota delle elettriche.

Mentre il diesel gate assesta un duro colpo ai motori a gasolio, gli italiani sognano l’elettrico e l’innovazione.
Nonostante le assicurazioni delle case sul rispetto dell’ambiente, il recente diesel gate ha letteralmente fatto crollare le vendite dei nuovi propulsori a gasolio. Un recente sondaggio commissionato da Unrae e Censis in occasione dell’Automotive Dealer Day ha mostrato che su un campione di 1.366 potenziali acquirenti italiani, tra i 25 ed i 65 anni, il 50% desidera un ‘auto elettrica, il 61% ibrida ed il 43% Gpl. Gli italiani da preferiscono l’elettrico. Le motivazioni che portano a preferire l’elettrico, pur considerando che nel primo quadrimestre del 2018 le motorizzazioni elettriche ibride e Gpl hanno rappresentato solo il 10% del mercato, sono principalmente l’aspetto ecologico e i vantaggi economici. Dunque, mobilità elettrica e sostenibile, ma non solo. Al recente convegno “La Mobilità del Possibile – proposte per l’Italia” patrocinato dall’Agenzia per l’Italia digitale, organizzato da EY con il supporto di Vodafone Automotive e Samsung, è emerso che oltre il 70% di romani e milanesi utilizzano con soddisfazione i servizi di car sharing ed il 42% utilizzerebbe automobili a guida autonoma. Al momento la mobilità condivisa non sembra aver influito sulle abitudini degli utenti: solo il 4,1% ha rinunciato all’auto di famiglia mentre l’1,4% alla seconda auto.


NOLEGGIA ORA

 
 

SEGUICI SU+